Poche ore dividono Fiorentina e Brescia dalla Supercoppa Italiana, primo official match della stagione 2017/2018 del calcio nazionale in rosa. Alle ore 17.00, presso lo stadio “Tullo Morgagni” di Forlì, le due compagini si daranno battaglia in un incontro che ha un vero e proprio sapore di revival delle sfide al vertice della passata stagione, e che farà da apri pista per la nuova Serie A Dolci Sapori, che avrà il suo start il 30 Settembre. 


L’obiettivo di entrambe le squadre è chiaro, ripartire da una vittoria, dando subito un’impronta graffiante a quest’annata, prima di affrontare il cammino in UEFA Women’s Champions League; lo spettacolo ricomincia dunque da dove si era concluso, con le gigliate fresche vincitrici di Scudetto e Coppa Italia, e le leonesse, ferite dalla cocente seconda posizione in campionato e dalla sconfitta in finale di Coppa Italia, inflitta dal gol di Alia Guagni il 16 Giugno 2017. 

Una partita che però ha poco sapore di passato e tanto di curiosità mista a novità, poiché le rose che si affronteranno saranno completamente o quasi rimaneggiate e perché soprattutto i rispettivi staff tecnici hanno avuto poco più di 48 ore per preparare dal punto di vista tecnico-tattico il match (visti gli allenamenti a ranghi ridotti a causa delle varie assenze per gli impegni della Nazionale). 

La Fiorentina guidata dal duo Fattori-Cincotta è alla caccia della sua prima Supercoppa da alzare al cielo. La società ha deciso di ripartire dalla solida conferma del gruppo storico (di cui dovranno essere saggiate però le condizioni fisiche di Bartoli, Bonetti, Carissimi, Guagni, Linari, Mauro e Tortelli, impegnate con la Nazionale) e da un’invidiabile campagna acquisti. In vista degli impegni internazionali, sono arrivate in estate a Firenze cinque giocatrici straniere che hanno alzato visibilmente l’asticella qualitativa delle viola: le giovani centrocampiste Précillia Rinaldi e Sigrùn Ella Einarsdòttir, il difensore francese Océane Daniel, che darà man forte al già testato modulo difensivo a quattro, l’attaccante inglese Ellie Brazil ed infine la svedese Antonia Pia Göransson, fiore all’occhiello dell’intera campagna acquisti. Göransson, insieme ad Ilaria mauro ed al già ben assortito reparto offensivo, potrebbe facilmente spostare gli equilibri dell’incontro, grazie al suo estro, alla sua nota esperienza e duttilità tattica (può giocare infatti sia da prima punta che come esterno offensivo) e ad un innato senso del gol. Le viola avranno gran voglia di riconfermarsi anche quest’anno ai massimi vertici nazionali, ritrovando e riproponendo quel perfetto equilibrio fra reparti e quelle trame e disimpegni di gioco tra centrocampo ed attacco che hanno mandato in visibilio il pubblico fiorentino. 

D’altro canto in casa Brescia, durante la sessione di mercato c’è stata una vera e propria rivoluzione della rosa a causa delle illustri partenze di Gama, Salvai, Bonansea, Cernoia e Rosucci. Il DS Cristian Peri ha sopperito alle parte con  investimenti nel mercato in entrata che hanno portato alla corte di Piovani quattro giovani prodotti del vivaio azzurro Di Criscio, Giugliano, Giacinti e Bergamaschi, oltre alla consolidata Laura Fusetti dal Como. Giacinti e Bergamaschi andranno a rinforzare notevolmente l’ottimo parco attaccanti presieduto dal duo azzurro Girelli-Sabatino. Non solo “Made in Italy”: in estate si sono trasferite a Brescia quattro atlete di caratura internazionale: il difensore portoghese Monica Mendes, le polacche Katarzyna Daleszczyk ed  Aleksandra Sikora, giocatrice duttile e fondamentale per lo sviluppo verticale sulle fasce del gioco offensivo bresciano, ed infine Brooke Hendrix, fisico perno centrale della solida struttura difensiva delle bianco blu. Un gruppo dunque del tutto nuovo, che riparte dall’assoluta e rinnovata certezza dei gol azzurri di bomber Girelli e Sabatino, dall’ormai affermato e consolidato 3-5- 2 e soprattutto dalla concretezza, dall’ esperienza e dalla volontà di stupire dei nuovi acquisti, che di certo vorranno far dimenticare alle proprie compagne le delusioni viola dello scorso anno, continuando la triennale striscia positiva di vittorie in questa competizione. 

Il primo trofeo della stagione, una sfida dai mille significati e dai milleuno risvolti, tutta da gustare, minuto per minuto.. Brescia, Fiorentina, la scena è vostra, fateci divertire.

Federica Iannucci