Alex Morgan e Megan Rapinoe entrano a far parte della squadra di Juan Mata e del suo rivoluzionario progetto “Common Goal”. Il calciatore spagnolo del Manchester United ha proposto ai suoi colleghi e colleghe di devolvere l’1% del proprio stipendio a favore di organizzazioni benefiche impegnate a promuovere il calcio in tutto il mondo. Il ricavato andrà ad un fondo comune gestito dall’Organizzazione Non Governativa “streetfootballworld”.

 Ho pensato a tutto quello che il calcio mi ha dato. Ho pensato a quale poteva essere il mio lascito. Sapevo di essere stato fortunato per aver avuto le opportunità che ho avuto – e che non tutti possono contare su una famiglia come la mia. E anche se ho già avuto modo di collaborare con organizzazioni benefiche, sapevo di aver voglia di fare qualcosa di più. Voglio essere sicuro che altri ragazzi ottengano le chance che ho avuto io. 

Ha scritto lo stesso Mata presentando il suo progetto sul sito “Player’s Tribune”. Nella giornata di ieri è stato lui stesso a dare il benvenuto nel progetto ad Alex Morgan e Megan Rapinoe, stelle del calcio femminile Americano. Attraverso queste due figure di spicco, “Common Goal” si espanderà nel calcio femminile e negli States. 



Sono 4 i campioni del Mondo a far parte del progetto: oltre a Mata, Morgan e Rapinoe, il quarto componente è il tedesco Mats Hummels. 

La partecipazione delle due calciatrici dimostra la “globalità” dell’idea di Juan Mata, che si pone di aiutare persone di entrambi i sessi proveniente da qualsiasi latitudine. 

Laura Brambilla