Per il prossimo anno, Raffaella Manieri avrà un doppio impegno sul campo.  Oltre a partecipare alla Serie A con il Ravenna Woman, allenerà la selezione Under 12 e Under 14 della società. La vicinanza a casa ha influito molto nella scelta della squadra ravennate da parte di Manieri. “Dopo tanti anni fuori e soprattutto anche all’estero, sono contenta di tornare qua e di poter aiutare le future giocatrici a poter avere la fortuna di giocare in  Nazionale e di approdare in una squadra professionista come il Bayer Monaco per fare della propria passione un lavoro.” Ha dichiarato la neo-allenatrice nel corso della presentazione della giovane squadra ai tifosi del Ravenna.  

Tra i temi trattati, Manieri si è espressa sulle differenze tra lo sport in Italia e all’estero “ In molti i Paesi si è investito nello sport oltre venti, trent’anni fa. Semplicemente all’estero lo sport in generale è visto sia per ragazzi che per ragazze, lo scopo è quello di farli diventare atleti” oltre che sul rapporto calcio femminile-società sportivo come mezzo di crescita umana-sportiva nel nostro Paese “Sicuramente qualcosa potrà cambiare, qui con l’unione con il Ravenna che è una squadra pro. Poi quest’anno è entrata la Juve, il Sassuolo, il Chievo, si stanno avvicinando tutte queste realtà che potranno permettere alle ragazzine di diventare campionesse e togliersi delle soddisfazioni in futuro. “

Laura Brambilla