Nel corso di un’intervista a CalcioBresciano.it, il presidente del Brescia Calcio Femminile, ha parlato senza freni della stagione appena conclusa e di ciò che accadrà. 


Uno dei temi principali è stata la panchina della squadra, sia passata che futura. I due oggetti del discorso di Cesari sono stati Milena Bertolini e Antonio Cincotta. L’ex allenatrice del Brescia è stata criticata alcune scelte nelle partite decisive e per non aver conquistato abbastanza trofei (In questi anni con Milena Bertolini siamo cresciuti e abbiamo vinto tanto, ma bisogna ammettere che lei ha sempre avuto in mano una Ferrari e nel mio bilancio mancano all’appello due Scudetti”.). – Da quanto è emerso nell’intervista, Cincotta, allenatore della Fiorentina insieme Sauro Fattori, avrebbe comunicato tramite sms la sua volontà di rimanere a Firenze, dopo aver trovato un accordo con Cesari per un biennale e aver iniziato a costruire la futura squadra ( “Sono profondamente deluso dal punto di vista umano. Ho una pessima opinione di lui. C’era un accordo biennale e avevamo già iniziato a lavorare sulla squadra del futuro. Mi ha dato la sua parola e poi ha rinnovato con la Fiorentina.”

Esclusi Bertolini e Cincotta nella corsa alla panchina delle Leonesse, Cesari ha dichiarato che il prossimo allenatore sarà un uomo, ad oggi sono tre i candidati, rimasti segreti. Forti anche le critiche ad alcune giocatrici, ree di aver trovato troppi alibi durante la stagione, nonostante gli investimenti della società ( “Anche dalle giocatrici mi aspettavo di più. Vogliono fare le professioniste ma non hanno dimostrato di esserlo del tutto”). 

Cesari non ha utilizzato mezzi termini per esprimere la sua delusione, sarà interessante capire come reagirà tutto l’ambiente bresciano.

Photo credit: ACF Brescia  Calcio Femminile Facebook page