La sosta della serie A femminile dovuta agli incontri internazionali e alle festività sta per terminare: la ripresa avverrà sabato 22 aprile, quasi un mese dopo l’ultima giornata giocatasi il 25 marzo. 

A quattro giornate dalla fine la classifica è stabile ai piani alti, mentre la lotta retrocessione potrebbe riservare alcune sorprese. La Fiorentina, capolista a 51 punti, si è assicurata con quattro giornate di anticipo la qualificazione alla prossima Champions League e ha messo una seria ipoteca sullo Scudetto grazie alla vittoria nell’ultimo turno contro il Brescia. Le Leonesse, campionesse d’Italia in carica, occupano la seconda posizione a 6 punti di distanza dalle Viola, e non dovrebbe avere particolari problemi nell’ottenere l’ultimo piazzamento europeo disponibile grazie al consistente vantaggio di 8 punti sul Mozzanica. 

La lotta per il terzo posto coinvolge la squadra Lombarda a quota 37 punti, l’Hellas Verona (36) e la Res Roma (35). 

In zona playout troviamo Il Cuneo in settima posizione, che proviene da tre risultati utili consecutivi e punta a raggiungere il Tavagnacco, a soli 5 punti di vantaggio. La lotta playout tra San Zaccaria (18 punti), Como (15 punti), Chieti (11 punti) e Luserna (11 punti) è apertissima, con alcuni scontri diretti ancora da giocare. Sarà interessante vedere come queste squadre rientreranno dalla sosta: fino al 25 marzo le neroverdi sono sembrate quelle più in difficoltà rispetto alle altre, con cinque sconfitte consecutive. Il destino sembra ormai segnato invece per la Jesina, ultima a 4 punti.

Nicholas Gironi

Foto: Fiorentina Women’s FC