Coincidenze sì, ma fino ad un certo punto. La ventisettesima giornata di Serie A nasconde una sfida nella sfida, un derby incrociato tra due compagini che l’anno scorso avevano sogni, ambizioni e protagoniste diverse. Riviera-Napoli, ovvero la quinta in classifica nella tana della sesta, che insegue a -2. Un risultato è certo: 3-1 il conteggio delle ex in campo da una parte e dall’altra.

Partendo da Patrizia Caccamo, per tutti “Patty”: siciliana, arrivò a Napoli nella sessione invernale del 2009, dopo che la sua squadra, il Sezze, si era ritirato per problemi economici dalla Serie A2: 10 presenze e 5 reti in quattro mesi con la maglia del Napoli, prima di tornare giù in Sicilia. L’anno dopo per tentare l’assalto alla A arrivò invece la toscana Cristina Ugolini, che trascinò la squadra al 2° posto in A2, dietro (guarda caso) proprio il Riviera di Romagna, che conquistò la A, per appena due punti. In quel Napoli c’era anche un’altra gialloblu del Riviera di oggi, Alice Pignagnoli: la pantera azzurra disputò una grande stagione a Bacoli, che non bastò ad agguantare la A, ma che le fece guadagnare la chiamata della corazzata Torres. Lei, emiliana di Reggio Emilia, è la terza ex in campo. Reggiana come Lara Barbieri, che invece oggi veste la maglia Azzurra, dopo aver vestito proprio quella del Riviera lo scorso anno. E che proprio contro le romagnole, all’andata, ha disputato forse la miglior gara stagionale.

Quattro ex? Non proprio. Perché in questa stagione dopo Napoli-Riviera (5-1 per le Azzurre), saltò la panchina di mister Antonio Cenzi ed al suo posto è arrivato Massimo Agostini, già bomber del Napoli “anni 90” che gli valse il soprannome di Condor. Sfida nella sfida.

Ma è anche una giornata curiosa per altri motivi: perché mentre il Napoli difenderà il 5° posto dagli assalti del Riviera, l’altro Napoli, quello maschile, difenderà il 2° posto, ma dal Milan. Destini che si incrociano, insomma. Perché se il Napoli maschile sarà di scena a Milano, quello femminile sarà di scena a Milano…Marittima. Milano che ritorna prepotentemente nelle “statistiche” di questo match. Il Milan femminile ha lanciato Pignagnoli in Serie A e l’attuale ala del Riviera Alice Cama. Quello maschile ha regalato al Condor Agostini due trofei tra cui una Coppa Intercontinentale. E ancora, il Milan era anche la squadra di Terim, oggi al Galatasaray, reduce da una stangata (9 turni di squalifica) e che potrebbe essere sostituito in panca proprio da una ex-calciatrice turca, Duygu Erdogan: sarebbe la primissima volta di una donna su una panchina così importante. Duygu (che in turco significa “emozione”) avrebbe come vice il brasiliano Taffarel, vecchia gloria della Reggiana…la squadra granata della città da cui provengono (e dove hanno giocato) proprio Pignagnoli e Barbieri.

Insomma, le coincidenze sono tante, forse troppe per chiamarle così. E allora, che si alzi il sipario, e che lo spettacolo abbia inizio.
PC
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *