Nell’andata dei Quarti di finale di Champions League domina il segno 1. Vincono tutte le squadre di casa, e se per il Lione la semifinale è assicurata, negli altri casi tutto è ancora in gioco, Torres compresa. 

La sfida di Londra termina 3-1 e il gol di Maendly tiene in vita la compagine di Manuela Tesse che promette battaglia al ritorno: “Le ragazze devono essere contente della loro prestazione, dobbiamo cercare di migliorare, essere concentrate, attente, determinate e incisive su ogni palla – ha dichiarato nel dopo gara a Olimpiazzurra, Manuela Tesse -. Nonostante il risultato sono contenta perchè abbiamo espresso un buon gioco e al ritorno venderemo cara la pelle”. 

Lo spettacolo di Lione e di Wolsfburg è offerto in primis dagli spalti (in Italia visibile grazie ad Eurosport). Entrambe le squadre giocano nello stadio dei colleghi “maschi”, offrendo ai loro supporters una prestazione degna di questa manifestazione. Il Lione passeggia sul malcapitato Malmo che ci prova in tutti i modi ma soccombe sotto i colpi della favorita per la vittoria finale, che pur in giornata no, riesce a vincere 5-0! Discorso diverso per le tedesche, che in superiorità numerica, non riescono a chiudere il discorso qualificazione. Il 2-1 finale lascia aperta la porta alle russe che al ritorno avranno il pallino in mano. 

Vittoria di misura per l’altra francese. Il Juvisy, sorpresa di questa manifestazione, che in Svezia dovrà difendere il vantaggio di misura. Il 27 Marzo si giocherà il ritorno.        

ARSENAL-TORRES 3-1 ( 24’ Smith, 50’ Nobbs, 63’ Little, 71’ Maendly)
WOLFSBURG-ROSSIYANKA 2-1 ( 5’ Popp, 22’ Muller, 46’ Henning)
OL -MALMÖ 5-0 (Thomis 18′, Schelin 24′- 61′, Abily 71′, Necib 89′)
JUVISY ESSONNE – GOTEBORG 1-0 (17′ Machart) 
© Riproduzione riservata