Si è concluso, con la netta vittoria degli Stati Uniti, il prestigioso torneo Algarve Cup riservato alle nazionali femminili di calcio che si disputa ogni anno nella città lusitana.

Protagonista assoluta della finale l’attaccante americana Alex Morgan che con una doppietta ha permesso alla sua nazionale di battere la Germania.
Per Alex Patricia Morgan, nata a Diamond Bar nella contea di Los Angeles, è solo un altro traguardo della sua brillante carriera sportiva che l’ha vista trionfare sia a livello di club che con la nazionale a stelle e strisce.
Da giovane promessa del calcio femminile americano, Alex è diventata oggi una vera e propria star dello sport mondiale. Recentemente è stata proclamata dalla Federazione calcistica degli Stati Uniti la miglior calciatrice del 2012. Un anno, quello scorso,  ricco di emozioni per la ventitreenne californiana, grazie soprattutto al trionfo con la nazionale alle Olimpiadi  di Londra. La vittoria nel torneo a cinque cerchi le ha permesso di aggiudicarsi il terzo posto nella classifica del FIFA Ballon d’Or
L’ascesa della bella Alex non sembra arrestarsi, insieme ai successi sportivi arrivano puntuali le offerte degli sponsor. Sono tante le multinazionali che bussano alla porta dell’americana per averla come testimonial.
Nel 2008, in seguito al successo ottenuto dagli USA nel mondiale Under 20,  il colosso dell’abbigliamento sportivo Nike decise di mettere sotto contratto la fuoriclasse americana e far di lei la testimonial perfetta per il mondo del calcio femminile. 
Anche se il finale non è stato dei più lieti, i mondiali in Germania del 2011 sono stati il trampolino di lancio perfetto per Alex Morgan, facendola conoscere al grande pubblico internazionale. Da allora le luci della ribalta sono puntate fortemente su di lei in un crescendo di popolarità che la porta ad essere una delle atlete più richieste da media e sponsor nel panorama sportivo femminile. 
I successi sportivi, si sa, portano gloria, fama ma anche tanti soldi. Morgan è ormai oggi una star anche fuori dal campo. Tra uno shooting fotografico  e una ripresa video per uno spot, la californiana puntualizza sempre che non si sente una diva o una modella, ma semplicemente una calciatrice. Famosissima la sua frase: “Vogliono farmi fare la modella ma io preferisco il calcio”.
Nell’estate del 2012, alla vigilia dei giochi olimpici, è stata protagonista di un servizio fotografico per la prestigiosa rivista sportiva Sports Illustrated, considerata uno dei punti di riferimento dell’editoria statunitense.  Si è trattato di una edizione speciale della rivista ispirata al “Body painting”; Alex aveva infatti sul suo corpo nudo, un bikini completamente dipinto.
L’attaccante dei Portland Thorns FC, soprannominata dalla sue compagne “Baby Horse”,  nonostante la sua giovane età può vantare, oltre a quello con la Nike, altri importanti contratti di sponsorizzazione e pubblicità. Sono infatti partner di Alex altri famosissimi brand a livello mondiale come Coca Cola, Panasonic, GNC,  AT & T, Mueller, e DePuy.
La sua popolarità cresce a vista d’occhio, come i follower/fan che seguono la Morgan su Twitter (più di 1 milione) o su Facebook (790 mila).
Lei non si sente affatto una celebrità, ribadendo più volte che posare per una campagna pubblicitaria è più dura di una finale mondiale. Si sente una calciatrice a tutti gli effetti e vive per lo sport impegnandosi al massimo negli allenamenti e seguendo una sana e corretta alimentazione. Così ci piaci Alex, brava… 13+. 
Giuseppe Berardi
© Riproduzione riservata

One comment

Tutti pazzi per Alex Morgan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *