L’Arsenal Ladies FC nasce nel 1987 ed è una delle squadre più titolate d’Inghilterra, tanto da fare invidia alla parte maschile del club. E’ controllato al 100% dalla Arsenal Holdings Plc, società che controlla direttamente anche il club di calcio maschile. Nel 2002 acquisisce lo status di club semi professionistico, potendo così inserire all’interno della rosa calciatrici professioniste, legate alla società con regolare contratto di lavoro. 

Dal punto di vista logistico, strutturale, organizzativo e finanziario l’Arsenal Ladies può contare sul pieno appoggio del club maschile. Questo significa che le “gunners” possono usufruire degli impianti, delle attrezzature e del materiale tecnico. Quest’ultimo fornito dal colosso dell’abbigliamento sportivo Nike. Il club maschile si occupa anche della gestione e organizzazione delle academy. Lo stadio in cui l’Arsenal Ladies disputa le gare casalinghe è il Meadow Park, ma in occasioni particolari, il club può usufruire anche dell’Emirates Stadium.

L’ossatura della squadra è formata interamente da atlete con esperienza in campo internazionale. Tutte le giocatrici sono state o sono tutt’ora parte delle nazionali dei vari paesi britannici. Sono ben 6 le giocatrici dell’Arsenal che hanno fatto parte della spedizione olimpica di Londra 2012. Il modulo di gioco utilizzato di solito è 4-4-3 ma potendo contare su giocatrici molto flessibili in grado di ricoprire più ruoli vien utilizzato spesso anche 4-2-3-1. 

L’allenatrice è Shelley Kerr. Ex calciatrice della nazionale scozzese, ha preso il posto di Laura Harvey nello scorso mercato. Ha molta esperienza sia a livello di club che internazionale. Prima di arrivare ad occupare il ruolo di Manager dell’ Arsenal Ladies ,è stata allenatrice della selezione Under 19 femminile del proprio paese dove ha contribuito alla crescita di Kim Little e Jennifer Beattle due giovani talenti che ha ritrovato nella squadra londinese.

Il portiere è Emma Byrne classe ’79, difende anche la porta della nazionale della Repubblica D’Irlanda. Gioca nel club inglese dal 2000 e ha contribuito alla conquista della Champions nella stagione 2006/07.  In difesa troviamo Alex Scott classe ’84, calciatrice cardine della nazionale inglese. Terzino destro di spinta viene impiegata anche come esterno alto soprattutto da Hope Powell selezionatrice della nazionale. Jennifer Beattie anche lei difensore. Fisico imponente, viene anche impiegata come attaccante, soprattutto nella nazionale scozzese con buoni risultati.

A centrocampo l’elemento di spicco è Katie Chapmann classe ’82, anche lei con molta esperienza in campo internazionale. Centrocampista centrale, è stata anche impiegata al centro della difesa per la sua fisicità. Forza, gioco fisico e abilità  sono le sue caratteristiche principali, svolge un po’ il lavoro sporco all’interno del reparto ma è abile anche nell’impostazione. Jayne Ludlow (capitano) da qualità tecnica al reparto e la sua capacità di inserimento e la felicità di trovare il goal l’hanno portata a diventare la migliore realizzatrice nella storia del club.

L’attacco è forse il reparto che fa più paura dell’Arsenal. Kelly Smith, classe ’78 piede sinistro vellutato, è un giocatrice che svaria su tutto il fronte d’attacco. E’ la giocatrice che detiene il record di goal nella nazionale inglese. Oltre a lei ci sono Rachel Yankey classe ’79 ala sinistra di origini ghanesi, e la giovane ma già affermata promessa Ellen White classe ’89. Esordio con goal nella nazionale inglese nel 2010, è cresciuta nelle giovanili del club prima di essere ceduta per fare esperienza al Chelsea e al Leeds.

V. – Giuseppe Berardi

© Riproduzione riservata

Turbine vs Arsenal 3-4