Parte la stagione delle riforme. Come aveva già annunciato il presidente Giancarlo Abete il 14 gennaio, giorno della sua rielezione alla guida della Figc. Sul tavolo del Consiglio federale, che si è riunito ieri a Roma, una serie di progetti da approvare e che le varie componenti della Federcalcio inizieranno ad affrontare nei prossimi giorni: 
– la giustizia sportiva e la revisione della normativa vigente; 
– la campagna trasferimenti – deposito e riconoscimento dei contratti – e la ricapitalizzazione delle società; 
– la regolamentazione delle multiproprietà, ipotesi di seconde squadre e campionato riserve; 
– il rilancio del calcio femminile; 
– il potenziamento del Settore Tecnico e la riorganizzazione del Centro Tecnico Federale; 
– il progetto di fusione fra la Fondazione Artemio Franchi e la Fondazione del Museo del Calcio, così come richiesto dalla famiglia Franchi, per rilanciare l’attività culturale e di studio del calcio italiano attraverso un unico organismo intitolato al compianto dirigente toscano che fu presidente della UEFA e della FIGC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *