Primo Piano

Video

Approfondimenti

Serie A

Champions League

Nazionale

Interviste

Campionati Esteri

» » » » » » Professione Sport trasmetterà in diretta tv gli Europei di calcio femminile. Perchè la FIGC non lo dice?


Con un articolo sul proprio sito internet, Professione Sport, broadcaster ufficiale della Women’s Euro 2017, ha messo in evidenza come la FIGC non abbia mai fatto accenno o comunicato tramite i suoi media ufficiali, che il torneo continentale sarà visibile in tv. 
La trasmissione delle partite delle Nazionali, che siano maschili o femminili, è “di regola” affidata alla RAI, per una serie di motivi tradizionali facilmente comprensibili. Tuttavia la televisione di Stato non ha mostrato nessun interesse nell’acquisizione dei diritti di Euro 2017 per una questione di spazio nei palinsesti. 

Professione Sport e Nuvola 61 hanno permesso agli appassionati di calcio femminile di vedere circa 100 partite, dalla Champions League alla Serie B. Per favorire il processo di crescita della struttura televisiva, hanno intrapreso le trattative con Eurosport (delegato dalla UEFA per trattare i diritti con i singoli paesi) a febbraio, consci del mancato interesse da parte della RAI, con cui non avrebbero potuto competere. 

La UEFA ha analizzato “personalmente” la candidatura, approvando l’accordo. Se il massimo organo calcistico europeo non ha avuto remore nell’accettare la trasmissione delle partite da parte di Professione Sport e Nuvola 61, perché la FIGC non sta pubblicizzando la diretta sui canali interessati? 

L'attività di promozione tramite i mezzi di comunicazione è fondamentale per lo sviluppo del calcio femminile italiano. L'avventura della nazionale di basket ai recenti Europei ha avvicinato tantissimi appassionati di sport e molti di questi, prima della manifestazione, non conoscevano neanche i nomi delle giocatrici. 

In Francia, ci saranno ben 4 canali che dedicheranno ampio spazio al torneo e tutte le partite verranno trasmesse in diretta. 
Il calcio femminile in Italia sta crescendo negli ultimi anni e un evento come Women’s Euro 2017 non può che garantire una visibilità e una promozione pazzesca. Se la FIGC è la prima a non sostenere questo aspetto solo perché la RAI non trasmetterà le partite, allora è inutile lamentarsi se il movimento non decolla come in altri paesi europei.

Laura Brambilla

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Leave a Reply